Storia di un Uovo

Storia di un Uovo

Principi Nutrizionali

9  VALIDI MOTIVI  PER  CONSUMARE  UOVA

Fattoria Casetta Rossa

1 – Migliore funzionalità del Fegato: le uova aiutano la funzionalità del fegato. Attraverso la colina, aminoacido utile per il funzionamento sistema epatico di cui sono ricche, le uova stimolano la secrezione della bile e, legandosi ai fosfolipidi, aiutano a prevenire l’ossidazione e l’accumulo dei grassi nel fegato. La colina agisce prevenendo la formazione dei depositi di grasso e colesterolo sulle arterie, che costituiscono l’anticamera dell’arteriosclerosi.

2 – Migliore funzionalità del Cuore: le vitamine del gruppo B presenti nelle uova riducono il livello di omocisteina, fattore di rischio dei disturbi cardiaci

3 – Potenziare il sistema immunitario: l’apporto di ferro cura le anemie e tonifica il sistema immunitario, con benefiche ripercussioni sulla funzionalità metabolica.

4 – Prevenire il Colesterolo: Alcuni studi confermano poi che la colina (una lecitina che si trova nel tuorlo) riduce l’assorbimento intestinale ed ematico non solo relativamente al colesterolo contenuto nelle uova, ma anche degli alimenti assunti con esso, nello stesso pasto. Ciò non significa che le uova risolvano il problema di coloro che hanno una ipercolesterolomia: semplicemente consentono di evitare le drastiche esclusioni dell’uovo dalla dieta quando sono ingiustificate.

5 – Stato di gravidanza: L’uovo è fonte di Acido Folico, fondamentale durante la gravidanza ed essenziale ancora prima della concezione, perché contribuisce alla prevenzione di alcuni difetti neurali, fra i quali la spina bifida. la Colina aiuta anche a prevenire i difetti congeniti e promuove lo sviluppo del cervello e della memoria nei neonati.

6 – Prevenzione della vista: Le uova sono ottimi integratori naturali per gli occhi. Grazie alla presenza della Luteina e della Zeaxantina, due potenti antiossidanti, è possibile prevenire la degenerazione maculare, la principale causa della cecità legata all’età.

7 – Apporto vitamina B12:  fondamentale per il metabolismo del tessuto nervoso, la prevenzione della degenerazione mentale, la maturazione dei globuli rossi e la produzione del Dna, oltre che per combattere lo stress e garantire una crescita più veloce di capelli e unghie.

8 – Sport: Negli sportivi le uova sono preziose per il contenuto di proteine ad alto valore biologico e per lo zinco, utili per l’efficienza della massa muscolare.

9 – Dieta: un uovo contiene solo 5 grammi di grasso e solo 1,5 grammi di grassi saturi. Inoltre è un alimento altamente saziante prevenendo il desiderio di spuntini tra un pasto e l’altro.

Varietà delle Uova

STRUTTURA DELL’UOVO

XL

L

M

S

L’uovo è un alimento base della nostra alimentazione. In Italia vengono consumate 12 miliardi di uova ogni anno, per un consumo pro capite di 13,7 kg.

Partendo dall’esterno, la prima cosa che si trova è la Cuticola, una membrana invisibile ad occhio nudo, che si toglie con le mani accarezzando l’uovo senza rendercene conto e che è importantissima per la conservazione dell’uovo stesso. È formata da una parte di albume che fuoriesce dai pori del guscio.
Sotto c’è il, il guscio esterno, costituito soprattutto da calcio, è sottile, fragile e poroso, quindi capace di consentire gli scambi gassosi con l’ambiente; all’interno del guscio si trova l’Albume, che è più liquido dalla parte del guscio e più denso vicino al tuorlo, con funzione protettiva; visto che l’uovo ruota su sé stesso durante la deposizione, ci sono due cordoncini di albume messi a spirale che reggono il tuorlo, che si chiamano Calaze e sono visibili ad occhio nudo nell’uovo fresco. All’interno si trova il Tuorlo, circondato dalla Membrana Vitellina che lo avvolge.

Anche il Tuorlo non è tutto uguale, ma ci sono parti più chiare e parti più scure: il suo colore cambia in base a quando la gallina ha mangiato mentre l’ovulo cresceva (se ha mangiato ci sono più pigmenti e appare più scuro).
Infine, nel Tuorlo si trova il Blastodisco, ad occhio nudo un puntino rosso nel tuorlo, che è la parte più importante dell’uovo perché contiene il suo DNA. L’uovo è un’unica cellula e il Blastodisco è il suo nucleo, il fulcro da cui si formerà il pulcino se l’uovo è fecondato.

Tutte le uova fresche (categoria A) devono avere le seguenti caratteristiche:

  • guscio e cuticola: normali, puliti, intatti;
  • camera d’aria: altezza non superiore a 6 mm, immobile; tuttavia, per le uova commercializzate la dicitura «extra», l’altezza non deve superare i 4 mm;
  • albume: chiaro, limpido, di consistenza gelatinosa, esente da corpi estranei di qualsiasi natura;
  • tuorlo: visibile alla speratura soltanto come ombratura, senza contorno apparente, che non si allontani sensibilmente dal centro dell’uovo in caso di rotazione di questo, esente da corpi estranei di qualsiasi natura;

Le uova fresche, sono classificate secondo il peso, con i seguenti criteri:

  • XL   – Grandissime:    73 g e più
  • L      – Grandi:               di 63 g e più ma inferiori a 73 g,
  • M     – Medie:               di 53 g e più ma inferiori a 63 g,
  • S       – Piccole:             meno di 52 g,

Tracciabilità

Fattoria Casetta Rossa

La legge Alemanno, in vigore dal 4 aprile 2004, ha reso obbligatoria l’indicazione del sistema di allevamento, da riportare per esteso, sugli imballaggi nonchè la timbratura di un codice alfanumerico sulle uova (tracciabilità) identificativo del sistema di allevamento praticato e dell’azienda produttrice. Nel dettaglio, trattasi di un codice alfanumerico di 11 lettere:

L’etichettatura apposta sull’uovo, rende così disponibile al consumatore una vera e propria carta di identità dell’uovo, permettendo la tracciabilità del prodotto e di essere informati sulla filiera produttiva.

  • La prima cifra indica la tipologia di allevamento
  • Segue un codice di due lettere che indica il paese di produzione: IT = Italia
  • Le prossime tre cifre indicano il codice ISTAT del comune di produzione:
  • Le prossime due lettere indicano la provincia di produzione:
  • Le ultime tre cifre identificano l’allevamento di produzione:
  • Tale codice permette di risalire immediatamente, senza ambiguità ed in maniera univoca all’azienda agricola a cui fa capo l’allevamento.
  • Sul guscio è inoltre possibile trovare, a seconda della referenza acquistata, la data di deposizione o la data di scadenza dell’uovo.